PRODUZIONE

Ecco una breve sintesi delle numerose fasi di produzione

Da 70 anni produciamo vari prodotti da pura e naturale lana delle pecore di montagna tirolesi. Nel nostro laboratorio, la lana di pecora appena tosata viene lavata, trasformata in vello di lana o in lana per maglieria e poi amorevolmente lavorata a maglia e cucita in vari prodotti.

Laviamo

Le pecore di montagna locali vengono tosate in primavera e in autunno.
Non abbiamo (ancora) le nostre pecore, quindi siamo ancora più grati di poter annoverare tra i nostri clienti abituali numerosi contadini della Val Passiria, ma anche di altre valli laterali dell’Alto Adige, che ci forniscono la loro lana appena tosata.
Da una pecora si ottengono da 1,5 a 2 kg di lana all’anno. Per preservare la lanolina naturale del grasso di lana, la lana tosata viene lavata senza additivi, liberata dallo sporco e dalla polvere e asciugata all’aria.

Carteggiamo e filiamo

I vari coloranti naturali vengono selezionati e mescolati a mano, ottenendo una tavolozza di 10 colori (nero, grigio-marrone, marrone, marrone chiaro, beige, bianco, grigio chiaro, grigio medio, grigio scuro, grigio-beige).
La lana viene poi spennata, pettinata in vello e filata in filo con il filatoio. Il filo può essere attorcigliato in 2 o 3 filati e utilizzato ulteriormente per lavorare a maglia.
Le nostre macchine sono veri pezzi da museo. Lavoriamo con le stesse macchine dal 1948. Continuano a svolgere perfettamente il loro compito e sono adattate in modo ottimale alla lana delle pecore di montagna tirolesi.

Lavoriamo a maglia

Con una macchina da maglieria a mano lavoriamo i corsi nel tipico schema sinistra-sinistra. Questo metodo di lavoro a maglia evita che le giacche e i panciotti si consumino rapidamente e li mantiene più resistenti e in una forma più bella.

Cuciamo

Nella nostra sartoria vengono tagliati e cuciti i cardigan, i panciotti, le giacche di loden o i panciotti di loden. I diversi modelli possono anche essere fatti su misura. Il cliente può scegliere il colore, la fodera e i bottoni in una consultazione personale.
Vogliamo rimanere fedeli al nostro mestiere, percepire il potere della tradizione, senza tuttavia perdere di vista lo spirito dei tempi e prendere a cuore la questione della sostenibilità.